Canaregio

Fabio Girardello
Prezzo: €
Codice ISBN:
Categorie


Pubblicato
4 feb, 2014


“Leggendo i nizioleti, quei riquadri di calcina scritti in nero, che riportano i nomi dei luoghi, viene da pensare che il veneziano possieda soltanto la mappa precisissima della sua Venezia tascabile, che comincia e finisce dove cominciano e finiscono i suoi affari, le sue grane, le sue conversazioni. Ancora oggi il canaregioto non conosce che per sommi capi Sant’Elena, il sanmarchino non va mai all’Angelo Raffaele e il castellano non frequenta San Luca: tutti posti raggiungibili in mezz’ora di passeggiata.

La cosa sembra incredibile se si pensa che Venezia è la città più amata al mondo; tanto amata da essere considerata un corpo vivo, capace di muovere desideri quasi carnali. In realtà, Venezia appare come un organismo solo se si guarda dall’aereo, se si spia sulla carta geografica, se si legge nei libri di storia, se si sogna cullati da erotismi letterari.

Camminandoci dentro, ti accorgi che esistono solo le pietre che sfiori, i masegni che calpesti, le scale che sali, il bàccaro in cui bevi l’ombra.

Venezia non esiste. Esiste quella calle, quella corte, quel ponte; anche un solo sestiere, come Cannaregio, è troppo vasto per essere abitato per intero, vissuto per intero, annotato tutto in una sola vita”.

Leave a Reply