Un uomo chiamato Ricordo

Barbon Fabio
Prezzo: € 14.00 euro
Codice ISBN: 978-88-6341-163-8
Categorie


Pubblicato
16 dic, 2016


Un uomo chiamato Ricordo si potrebbe definire un romanzo autobiografico, in cui l’autore descrive molte vicende del proprio paese attraverso lo scorrere del tempo, divenuto memoria e ricordo nel protagonista. E la storia si fa narrazione di un periodo compreso fra la I e II Guerra mondiale, il dopoguerra, fino agli anni Sessanta. È una rappresentazione filmica, non priva di suggestione, dove una comunità paesana, mappata nelle molteplici identità, viene vissuta negli aspetti umani del sociale: trasformazioni della famiglia, crescita dei figli, sviluppo e cambio del lavoro, della scuola. In questo umano cambiamento, narrato e vissuto dal protagonista con affetto e nostalgia, lo accompagna una guida, un uomo centenario di nome “Ricordo” facendogli scoprire la dimensione e il valore dell’essere uomo.

Un libro, come può ravvisarsi dal titolo, elaborato sulla forza pregnante del ricordo secondo l’archetipo di un viaggio, o meglio di una risalita che implica sentimenti di avventura, di curiosità, di esplorazione. Che insegue tracce mnestiche prossimali dilatate in orizzonti più profondi, scandagliando a ritroso il Novecento, il cosiddetto, drammatico e contradditorio, “secolo breve”, nei suoi corsi e ricorsi di prove, sofferenze e rinascite familiari e collettive, visti nel fluire agostiniano di un perenne presente. (…) L’autore ritrova il suo paese con l’incanto di ieri ma anche con il disincanto di oggi, distante anni luce, non solo temporalmente, da quello dell’infanzia, e vive su se stesso, da protagonista, quella dialettica tra passato e presente, tra tradizione e modernità, tra conservazione e cambiamento, fatta propria con una scrittura razionale e moderata, che non si nega la malinconia, ma non la trasforma mai in disperazione e rifiuto.

Giuliano Simionato

Leave a Reply