La cartolina rosa

Sartor Renato
Prezzo: € 14.00 euro
Codice ISBN: 978-88-6341-176-8
Categorie


Pubblicato
14 apr, 2017


C’era una volta la chiamata alla leva militare per tutti i giovani maschi, sani e non raccomandati. C’era una volta la chiamata per alcuni che il destino volle fossero Alpini. Come per le favole degli Andersen, i racconti delle loro gesta sono diventati immortali. Le leggendarie imprese degli Alpini, costretti a vivere i tremendi anni delle guerre del secolo scorso, sono storia pubblicata nei testi scolastici. C’erano alcune generazioni di Alpini che hanno cercato di continuare le gesta dei loro padri, in tempo di pace. C’erano, perché oggi la leva militare non esiste più. Esistono ancora gli Alpini, con le loro insegne e bandiere. Con immutato coraggio, giovani con il Cappello Alpino, servono la Patria anche fino all’estremo sacrificio. I “veci”, che la naja Alpina l’han fatta di leva, con la mano tesa al Cappello, rendono onore al merito. Questo libro racconta, giorno per giorno come un diario, la vita di un Alpino che la leva l’ha fatta. Assieme a centinaia di migliaia di Alpini, fintantoché è stato necessario, ha fatto la naja con orgoglio e per ogni occasione esibisce il Cappello per testimoniarlo.

Renato Sartor è del 1935. Dirigente d’azienda, ha lavorato per quarant’anni nell’industria metalmeccanica. Si è impegnato nel sociale, prima come consigliere comunale e poi come capogruppo DC a Conegliano (1975-1983); è stato segretario provinciale della Democrazia Cristiana trevigiana (1981-1982). È stato nominato presidente dell’Istituto Case Popolari (1983-1995) e presidente dell’ULSS 7 (Conegliano-Vittorio Veneto). Ha svolto importanti ruoli in Fondazione Cassamarca, prima come consulente (1987) e poi come segretario generale, dal 1997 al 24 marzo 2010. Nel 2013 ha pubblicato 1935. I figli della lupa (Piazza Editore), nel 2014 Ricordi di “Guido Bidoli” e Falzarego: Il falso Re, nel 2015 Testimone Oculare (Piazza Editore), nel 2016 La casa Al Cristo (Piazza Editore).

 

Leave a Reply